SUCCESSO PER L’ISTITUTO “TERRA DI LAVORO” ALLA SETTIMANA PNSD

piano-digitale

Nell’ambito della Settimana PNSD (Piano Nazionale per lo Sviluppo
Digitale)
che si è svolta presso la Reggia di Caserta. il MIUR ha proposto una
sfida
digitale a premi, l’Hackathon, che ha coinvolto le scuole superiori
della
provincia di Caserta. L’obiettivo era quello di ideare e progettare
in poche
ore un servizio di supporto in uno specifico contesto detto
“sfida”.
L’applicazione risultante (di cui si mostrava un prototipo) poteva
essere
implementata su smartphone e/o sito web.

Questi i numeri:
Sfide: 3 (Cibo, Cultura, Digitale)
Team (Gruppi): 18
Studenti: 203
Età: 17-18 anni
Scuole: 8

Saputo dell’iniziativa e ci siamo organizzati per consentire la
partecipazione
dei nostri studenti; essendo la scuola in questo periodo impegnata in
numerose
attività ed eventi, sono stati designati per l’Hackathon 8 studenti
delle
classi quarte dell’indirizzo SIA (ex Programmatori). I ragazzi
dell’Istituto
cari alla preside Emilia Nocerino
Hanno vinto ben due sfide e ricevuto tre menzioni d’onore! La
prima sfida
(Cibo) è stata vinta con un bellissimo progetto che ha qualcosa a che
fare col
“chilometro zero”; la seconda (Cultura) si propone
l’apprezzabile obiettivo di
arricchire la fruizione museale … ne sapremo presto di più, quando i
vincitori andranno a trascorrere una settimana presso un’azienda
leader del
settore per sviluppare il progetto nei dettagli. E’ doveroso e
importante
sottolineare che l’aspetto informatico non era essenziale e
comunque non
protagonista; a fare la differenza sono state la formazione di base e
le
capacità acquisite nei primi tre anni di scuola superiore, tali da
stimolare la
creatività e trasformarla in un progetto socialmente utile ed
economicamente
“conveniente”, pensato per un mondo digitale. Questa
dev’essere la scuola
digitale, altrimenti è meglio che non SIA (SIA è pure l’acronimo
del nostro
indirizzo di Istituto Tecnico Economico, e significa Sistemi
Informativi
Aziendali :D). Se i nostri ragazzi lo hanno capito è perché i loro
insegnanti
glielo hanno spiegato bene, perché conoscono il diritto,
l’economia, le
problematiche aziendali, i linguaggi che servono per comunicare e tante
altre
cose.
In questo momento – evidenzia la prof.ssa Ersilia Salvatore –
condivido
qualsiasi complimento o felicitazione con gli studenti in primis, con
la
preside Emilia Nocerino che ci ha consentito di partecipare fornendoci,
in
tempo reale, le informazioni disponibili e con le colleghe Pia Di
Donato e
Giuseppina Di Nuzzo che hanno reso possibile la nostra partecipazione
superando
i problemi organizzativi, e quindi con il corpo insegnante che ha
formato gli
studenti vittoriosi. Perché a vincere non è stata la tecnologia in sé,
ma la
tecnologia in noi, quella sostenibile, quella che ci aiuta a vivere
meglio e in
modo più sano, restando umani e magari diventando migliori.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *