Tracciabilità del latte bufalino, allevatori e istituzioni a confronto

FOTO LATTENuove prospettive all’orizzonte. Se ne parlerà martedì 25 marzo a Sant’Angelo D’Alife.

Sarà la Casa del Parco di Sant’Angelo D’Alife ad ospitare, martedì 25 marzo a partire dalle ore 18:30, una tavola rotonda dal tema “Verso la tracciabilità del latte bufalino: nuove prospettive”. L’evento, patrocinato dalla Provincia di Caserta in collaborazione con il Parco Regionale del Matese, dalla Regione Campania, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e dal Comune di Sant’Angelo di Alife, vuole essere un momento di confronto per parlare di tracciabilità del latte bufalino, una filiera che rappresenta la nostra ricchezza e che perciò va tutelata al fine di valorizzarne i punti di forza.

Nel 2012 sono stati prodotti 2037 milioni di Kg di mozzarella di bufala Campana DOP (MBC DOP) per un valore del fatturato alla produzione di oltre 315 milioni di euro, infatti, oltre il 90% del prodotto DOP che arriva sul mercato è realizzato in Campania. Questi dati indicano quanto importante sia la produzione del latte bufalino per la nostra terra e dunque quanto sia fondamentale tracciare e monitorare i flussi di latte e di prodotto realizzato. Un sistema, quello della tracciabilità, che la Regione ha fortemente voluto per dotare la filiera bufalina di uno strumento necessario e sicuro. “Una buona informazione è fondamentale in questo momento, – ha dichiarato l’Assessore Provinciale all’Agricoltura Stefano Giaquintocercare un dialogo con gli allevatori bufalini significa aprirsi a coloro che vivono giorno dopo giorno a contatto con queste tematiche. La tracciabilità risulta essere in questo momento la giusta strada per promuovere la trasparenza”

A moderare il dibattito sarà Adele Consola, giornalista. Dopo i saluti iniziali di Umberto De Nicola, Presidente del Parco Regionale del Matese e del Sindaco di Sant’Angelo d’Alife, Vittorio Folco, prenderà la parola il Presidente della Provincia Domenico Zinzi. Si entrerà nel vivo del convegno con gli interventi di: Stefano Giaquinto, Assessore Provinciale all’Agricoltura; Antonio Limone, Commissario Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno; Daniela Nugnes, Assessore Regionale all’Agricoltura. Ma un apporto importante sarà dato anche dalle associazioni di categoria invitate a partecipare. In particolar modo: Guido Coppola, Presidente CIA Caserta; Raffaele Puoti, Presidente Confagricoltura Caserta; Tommaso De Simone, Presidente Coldiretti Caserta; Luigi Bianco, Referente CopAgri. Di fondamentale importanza sarà la presenza di tutti i sindaci e di tutti gli allevatori bufalini dell’Alto Casertano, oltre che di tutti coloro che operano in agricoltura.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...