+ VANGELO (Gv 16,12-15)

Vangelo

Mercoledì 29 maggio 2019

VI settimana di Pasqua

+ VANGELO (Gv 16,12-15)

Lo Spirito della Verità vi guiderà a tutta la verità.

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà Lui, lo Spirito della Verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Sicuramente la formazione intellettuale aiuta notevolmente nella vita, facilita la riflessione e lo sviluppo del pensiero, si possiede una maggiore capacità di comprendere la realtà e di accogliere l’esistenza di Dio.

Ma non è sempre così, la storia ci dice che moltissimi scienziati, politici e ricchi, sono atei e fanatici di un pensiero che pretende di spiegare tutto ma senza Dio.

Molti anziani ancora viventi e la maggior parte delle passate generazioni non hanno svolto un completo percorso scolastico e anche se avevano qualche difficoltà nella spiegazione consequenziale di un concetto, erano molto saggi e vicini alla verità.

Il patrimonio di conoscenze degli anziani era notevole anche senza i mezzi di comunicazione, il loro sapere era vita vissuta e quella mentalità rendeva migliore la società più di questa attuale, anche se con comprensibili limiti. Era palpabile la civiltà e il rispetto reciproco dominava su tutto.

La cultura avrebbe dovuto apportare una moderna civilizzazione della società, piuttosto continua a perdere il vero senso di civiltà, ed invece dell’evoluzione ci troviamo dinanzi una involuzione umana schiacciante, un decadimento morale che aumenta con il passare dei giorni.

Sarà stato il benessere o la maggiore responsabilità si trova nei mezzi di comunicazione?

Se non si deve mai dimenticare l’incessante attacco dei diavoli per distruggere questo mondo, far soffrire tutti inventando di continuo nuove forme di sofferenze, c’è anche ed è fortemente collaborativa, la responsabilità di moltissimi personaggi che si sono donati, consacrati e venduti a satana, per un feroce odio che nutrono verso Gesù Cristo e la sua Santa Chiesa.

Questi personaggi dimostrano che la cultura, pur essendo molto importante, se poi non viene utilizzata bene, è cecità, violenze e guerre.

Le violenze non sono solo quelle che sfociano in delitti, né per guerre intendo solo quelle pubbliche. Molte guerre personali e sociali vengono indotte negli uomini e nelle donne con mirati e calcolati obiettivi, con il fine di depravare l’umanità.

Cosa ne guadagnano tutti i «mostri» determinati a corrompere la vita di innocenti giovani e di miliardi di persone che invece vogliono vivere nella pace, in un clima di gioia e felicità? È l’odio che riempie e attraversa le menti «malate» di snaturati uomini e donne a trovare una sorta di illusoria di esaltazione e consolazione nel veder soffrire l’umanità.

Dove agiscono i diavoli e prendono possesso della volontà delle persone che hanno aperto le porte ad essi, c’è solo tormento e disgrazia.

Moltissimi sono quelli che decidono di reagire a Gesù Cristo, al Bene, all’Amore Divino, senza riuscire a calmare i pensieri ossessivi.

La Madonna è invece il più potente rimedio per terrorizzare i diavoli ed indebolire la forza malefica presente in quelle persone che scelgono di stare dalla parte del Male, anche se in qualche rarissimo caso in modo inconsapevole. Rimangono lo stesso burattini nelle mani dei diavoli.

Sono pensieri negativi che sorgono dove c’è la potente presenza dello spirito satanico, ed è presente soprattutto per la pratica della magia, anche per mezzo delle maledizioni lanciate da persone che non praticano materialmente la magia.

Con i pensieri si lanciano tremende maledizioni e quelli colpiti se non sono abbastanza protetti dalla Grazia di Dio, subiscono danni rilevanti e di vario genere. C’è però la dolorosissima pena che toccherà ai malvagi che causano dolorosissime sofferenze.

Chi fa del male ne ha sempre un danno di ritorno, nel tempo diventano micidiali boomerang per chi manda le maledizioni e tutto il male fatto nella sua vita gli ricadrà improvvisamente addosso. E piangerà senza finire mai di piangere…

Tutti dobbiamo proteggerci con la recita giornaliera di più Corone del Santo Rosario.

È una lotta insidiosa e terribile, terminerà con il trionfo del Cuore Immacolato, comunque fino a quando non si sviluppa una profondissima devozione alla Madonna. La recita di una sola Ave Maria terrorizza i diavoli e li allontana dalla persona disturbata, ancora di più il loro incubo si accresce quando recitiamo il Santo Rosario.

Conosco ammalati che non trovavano alcuna risposta dopo numerose visite specialistiche, ogni esame era inutile, mentre quando hanno iniziato a recitare il Santo Rosario quelle malattie sono diminuite o addirittura scomparse. La causa era dovuta ai diavoli.

Non sempre avviene questo, perché se è biblico che i diavoli possono causare malattie, le patologie sviluppate vanno curate dalla medicina, e le preghiere devono accompagnare le cure mediche, tanto che in molti casi facilitano la guarigione.

Nel Vangelo vengono riportate numerose guarigioni compiute da Gesù dopo avere scacciato i diavoli, questo indica che le malattie erano causate dai diavoli e che con il loro allontanamento cessarono anche le malattie.

Io faccio continua esperienza che la potenza della preghiera schiaccia i diavoli e se Gesù viene pregato, adorato adeguatamente, guarisce ogni malattia. Per questo, ogni giorno benedico voi che leggete e faccio preghiere di liberazione su tutti voi, prego molto per ognuno di voi e i vostri familiari.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *