+ VANGELO (Lc 21,29-33)

Venerdì 1 dicembre 2017

XXXIV Settimana del Tempo Ordinario

VANGELO (Lc 21,29-33)

Quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il Regno di Dio è vicino.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola: «Osservate la pianta di fico e tutti gli alberi: quando già germogliano, capite voi stessi, guardandoli, che ormai l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il Regno di Dio è vicino. In verità Io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto avvenga. Il Cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

L’invito a guardare i segni per spiegare gli eventi, anche quelli che avverranno, è una lezione ordinaria di Gesù ma non per tutti, direi che quasi tutti si soffermano ad osservare i segni e ad evitare di capire gli eventi che ci sono dietro o quelli che si preparano.

Infatti, è abitudine consolidata quasi per tutti agire perché spinti dai segni senza curarsi adeguatamente degli sviluppi, di cosa porteranno in futuro, senza riuscire ad essere lungimiranti. La prudenza nell’agire deve sovrastare tutto, deve sempre anticipare un’azione, qualsiasi decisione.

Non si trova facilmente nel mondo la prudenza cristiana, anche tra i credenti c’è una scarsissima pratica di questa virtù cardinale. Già dal nome si comprende che è un cardine della vita spirituale, il fondamento, il sostegno, la base su cui costruire l’edificio incorporeo perché spirituale ma che si realizza nel corpo umano.

Le cronache di questi anni, le interviste autentiche, le notizie che arrivano da ambienti ecclesiali, affermano che c’è stato come un grido“Liberi tutti…”. Lanciato e raccolto dai modernisti, dai Ministri sacri stanchi delle preghiere, della vita dedita ai credenti da aiutare, delle omelie che stancano perché è assente il fervore e non provano più alcuno slancio, non c’è la fiamma dello Spirito a riscaldare il cuore e a spingere gioiosamente al sacrificio per amore.

È evidente che in questo modo portano avanti una nuova dottrina senza Gesù e la Santa Chiesa, nel senso che sono stati sostituiti con un nuovo Gesù ma non quello del Vangelo, con una nuova chiesa svuotata del soprannaturale e della sana Tradizione dei Santi e delle Sante gloriosi di questi due millenni.

Cosa resta? Una nuova dottrina senza Dio, una nuova predicazione che non è quella voluta da Gesù!

L’improvvisazione non è presente solamente nei laici, non vivono d’istinto e non compiono quello che arriva alla mente solamente quanti non sono Consacrati e conoscono poco il Signore, oggi la Chiesa si svuota sempre più dei Ministri che donano la loro vita per servire pienamente e senza tentennamenti Dio e per obbedire al Vangelo storico di Gesù, lasciandolo vivere nella loro vita.

I Ministri sacri che rimaniamo saldamente legati alla sana Tradizione della Chiesa, che ci dedichiamo 24 ore solo alle cose di Dio siamo visti quasi con odio, considerati come un impedimento alla totale trasformazione della dottrina cattolica ed aumentano le rivalse, diffondono diffamazioni per allontanare i cattolici dai Sacerdoti pienamente fedeli alla Verità biblica.

Per comprendere questo momento di annebbiamento completo di molti Ministri sacri, dobbiamo rileggere la rivelazione del 1820 data da Gesù alla Beata Caterina Emmerick. A Lei il Signore preannunciò la grande crisi religiosa che in effetti si vive oggi nella Chiesa e il segno indubitabile arriva dalla presenza di due Papi accettati dalla gerarchia, fatto mai avvenuto nella storia.

È il tempo mariano per eccellenza, della presenza della Mediatrice delle Grazie nel mondo, impegnata a risvegliare la Fede indebolita se non spenta in molti cattolici. La Madonna viene a richiamare l’umanità, a scuoterla dal suo torpore, da una ibernazione spirituale che non potrà mai conservare la Fede autentica, ma che la spegnerà del tutto.

“Quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il Regno di Dio è vicino”.

Gesù vuole stabilire definitivamente il suo Regno e ognuno di voi è importante nel suo progetto, potete contribuire ad estendere il Vangelo in molti ambienti, a cominciare dalle persone conosciute.

Parlando di Gesù, della Madonna e degli insegnamenti del Vangelo, date a tutti dei segni spirituali molto importanti. Guardando e ascoltando voi, i vostri conoscenti resteranno ammirati e avranno maggiore fiducia in voi.

Il vostro impegno principale sarà quello di mettere in pratica quanto annunciate, già il vostro sforzo sarà accolto con ammirazione dagli altri e vi considereranno credibili testimoni del Vangelo. La Madonna ha bisogno di ognuno di voi per far conoscere Gesù, per diffondere ovunque l’autentico Vangelo e salvare quante più anime sarà possibile.

È questo fervore fiammante e granitico a spingermi ad inviare i libri del Santo Rosario a tutti gli indirizzi registrati: per salvare molte anime!

Mattia Branco

Ho diretto, ho collaborato con periodici locali e riviste professionali. Ho condotto per nove anni uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *