+ VANGELO (Lc 4,24-30)

vangelo-1

Lunedì 16 marzo 2020

III Settimana di Quaresima

+ VANGELO (Lc 4,24-30)

Gesù come Elia ed Eliseo è mandato non per i soli Giudei.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù cominciò a dire nella sinagoga a Nazaret: «In verità Io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità Io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elia, se non a una vedova a Sarèpta di Sidóne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro». All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e Lo cacciarono fuori della città e Lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma Egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

In questo brano del Vangelo emerge l’odio verso Gesù, inizia nella sua città la persecuzione contro Lui e tra i suoi conoscenti di Nazaret. È l’ostilità che molti cattolici oggi patiscono nelle loro famiglie, nell’ambiente lavorativo, tra i conoscenti. Ovunque c’è una forte avversione contro i cristiani, essi portano dentro una Fede che acceca di rabbia i nemici di Dio.

La spiegazione è semplice e indica la presenza dello spirito di negatività nelle persone che avversano i cattolici. Per negatività non intendo un carattere sfavorevole o i brutti periodi di stress, ansia e depressione. Questi sintomi possono toccare chiunque e nessuno deve meravigliarsi dinanzi chi attraversa un momento di sofferenza.

Come è possibile capire le conseguenze disastrose dei comportamenti contrari alla Volontà di Dio?

Questa è la domanda che il cattolico deve porsi per non cadere nella depressione e nello stress. Non solamente i pensieri insistenti, angosciosi e tormentosi sfiancano una persona e le causano un notevole indebolimento psicofisico, è la conseguente perdita di importanti energie a rendere la mente confusa e sempre occupatissima di cose che non servono per il Paradiso.

Solo da Gesù arriva lo Spirito che fa conoscere l’impercettibile, fa intuire come agire nelle difficoltà e permette di compiere le scelte migliori.

In quest’ultimo mese abbiamo visto l’improvvisazione dei politici dinanzi una gravissima sciagura come il coronavirus. C’era il precedente della Cina che ha chiuso subito Wuhan di 12 milioni di abitanti e un’intera regione di 60 milioni di cittadini, ma non si è fatto all’istante  lo stesso e l’indugio l’Italia lo sta pagando a caro prezzo.

Rilascio qui una riflessione a voce alta riguardo strane iniziative e coincidenze che portano tutte a una corporazione che intende tutelare interessi e conseguire fini comuni. Si chiama anche fratellanza, molti di essi conoscono segreti indicibili e i loro comportamenti rivelano conoscenze più lontane di quelle che si conoscono pubblicamente.

Prendete queste mie parole come un racconto, dovete però porre attenzione sulla strana minimizzazione iniziale della pandemia come hanno fatto Macron e Merkel; sull’incapacità di questi politici di anticipare gli eventi avendo già un precedente importante come la Cina; anche l’assenza della responsabilità e lo vediamo dalla trascuratezza di recepire strumenti e mascherine almeno per medici e infermieri della Lombardia, anche di sbloccare il divieto (stranissimo) posto dalla Germania di far partire decine di milioni di mascherine inviate dal Sud America all’Italia.

Nelle prime settimane dell’epidemia non servivano fiumi di parole a reti unificate ma opere, bisognava essere operativi come aveva fatto la Cina, però qualcosa ha misteriosamente paralizzato alcuni politici italiani, molto intimi con la Germania e la Francia. Sarà solo una casualità ma è avvenuta.

Tralasciamo lo svelamento della Lagarde sul piano economico dell’Europa contro l’Italia, vogliamo verificare la consistenza di questa Unione europea? Una grande presa in giro, non c’è traccia di coordinamento e di solidarietà, è una Unione diabolica europea nata per volontà della Massoneria con l’obiettivo di impossessarsi della sovranità di molte Nazioni, di tutti i loro beni, come ha fatto la Germania in Grecia.

Tante cose sono strane e coincidenti. Nel 2015 Bill Gates affermava nei convegni che a distruggere il mondo sarà un virus e non la guerra. Era una debolezza parlarne o forse non realizzava che altri avrebbero collegato le sue parole a questi giorni? Egli non è un profeta di Dio, ne parlava per favella sfuggita? Dopo tacque perché chiuse la favella!

Non è Bill Gates il colpevole, neanche si può dimostrare della Trilaterale, la corporazione fondata da un ricchissimo americano il cui volto negli ultimi anni di vita era inguardabile per l’odio e la cattiveria che emanava. I più influenti del mondo ne fanno parte e decidono le strategie per la realizzazione di progetti non favorevoli alla popolazione mondiale. Sul web si trovano ampie spiegazioni.

«Lo scrittore francese Jacques Bordiot affermò, riguardo ai membri della commissione, che “… il solo criterio che si esige per la loro ammissione, è che essi siano giudicati in grado di comprendere il grande disegno mondiale dell’organizzazione e di lavorare utilmente alla sua realizzazione, e che il vero obiettivo della Trilaterale è di esercitare una pressione politica concertata sui governi delle Nazioni industrializzate, per portarle a sottomettersi alla loro strategia globale» (Présent, 28 e 29 gennaio 1985)» (Wikipedia).

Viene detto che il coronavirus è arrivato dalla Cina, ma siamo proprio sicuri? Sono avvenuti contagi da viaggiatori provenienti da lì, comunque non si spiega la veloce diffusione nelle province industriali della Lombardia. Le teorie servono a poco e impegniamoci nella preghiera, ma è attuale la citazione di Tito Livio: «Mentre a Roma si discute, Sagunto è espugnata». La citazione possiamo applicarla alla Chiesa: in Vaticano si discute di tante cose… e lasciano i nemici di Dio espugnare le Chiese.

In questo momento i politici hanno necessità della Luce dello Spirito Santo per trovare le migliori soluzioni alle emergenze che aumentano ogni giorno. Non c’è neanche la luce della buonafede in certi contesti, sempre preoccupati a non perdere voti e a scegliere consulenti e commissari secondo la vicinanza politica.

Neanche adesso riescono a trovare un po’ di pudore.

Oltre alla preghiera dobbiamo riflettere su certe dinamiche che interessano la collettività e dobbiamo capire quello che sta avvenendo dietro le parole di circostanza. Non possiamo fare finta di nulla e la conoscenza del piano della Germania di diventare la superpotenza mondiale ai danni di alcune Nazioni ci spinge a pregare con fiducia Gesù e la Madonna senza perdere la speranza.

La Madonna il 22 agosto 1960 disse alla Beata Elena Aiello (i suoi scritti sono stati approvati dalla Chiesa): «L’umanità si è allontanata da Dio e, allucinata dai beni terreni, ha dimenticato il Cielo e si è sprofondata in una corruzione strabocchevole, che non trova riscontro neppure con i tempi del diluvio!… Ma l’ora della giustizia di Dio è vicina e sarà terribile!… E se gli uomini non ravviseranno in questi flagelli i richiami della Divina Misericordia e non ritorneranno a Dio con una vita veramente cristiana, un’altra guerra terribile verrà da est ad ovest, e la Russia con le sue armi segrete, combatterà l’America, travolgerà l’Europa e si vedrà specialmente il fiume Reno della Germania pieno di cadaveri e di sangue. Anche l’Italia sarà travagliata da una grande rivoluzione, sarà umiliata e dovrà molto soffrire, perché molti sono i peccati in questa Nazione prediletta».

Quello che non potranno mai toglierci è la nostra speranza in Gesù Cristo e la profonda Fede ci farà trionfare sul coronavirus e sui nemici del Bene, dei cittadini italiani.

È indispensabile avere un’anima pura e umile per riuscire a entrare nel «Cuore» di Dio, per pensare come Dio, per vivere in perenne comunione con Dio. Occorre la buona disposizione d’animo per percepire Gesù con gli occhi della Fede.

I cittadini di Nazaret non si resero conto che il Messia li visitava e voleva donare ad ognuno tutto quello che desideravano, lo stesso avviene oggi: molti cattolici pur credendo in Gesù, vivono come oppositori di Gesù per le scelte contrarie che compiono.

Per contemplare il Signore dobbiamo purificare l’anima e curare la retta intenzione, solo allora si comprenderà la realtà cosa essa è!

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *