+ VANGELO (Mt 13,1-9)

vangelo 1

Mercoledì 26 luglio 2017

XVI Settimana del Tempo Ordinario

 

Santi Gioacchino e Anna

 

+ VANGELO (Mt 13,1-9)

Una parte del seme cadde sul terreno buono e diede frutto.

 

Dal Vangelo secondo Matteo

Quel giorno Gesù uscì di casa e sedette in riva al mare. Si radunò attorno a Lui tanta folla che Egli salì su una barca e si mise a sedere, mentre tutta la folla stava sulla spiaggia. Egli parlò loro di molte cose con parabole. E disse: «Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un’altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c’era molta terra; germogliò subito, perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. Un’altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono. Un’altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. Chi ha orecchi, ascolti». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

La festa di oggi deve far riflettere i genitori sul ruolo importantissimo di educatori che deve coinvolgerli pienamente. La società controllata dai poteri oscuri determina anche la scissione della famiglia, intervenendo con i mezzi di comunicazione, annunci di personaggi famosi favorevoli ad ogni depravazione sessuale e addirittura con l’intervento dello Stato italiano.

Mai in Italia si era arrivato a influenzare i cittadini per deviarli non solo dalla Legge di Dio riguardo la famiglia tradizionale, anche dalla logica stessa sulla ragionevolezza dei matrimoni tra uomo e donna per garantire un futuro a questo mondo senza morale.

Ieri una deputata Pd si è lasciata scappare una frase corretta ma poi ritrattata per gli attacchi squilibrati di molti politici del suo schieramento, e suona nuovo l’interesse per il futuro dell’Italia e degli italiani. Ha detto: “Sostegno alle mamme per continuare la razza italiana”.

Niente di anomalo se consideriamo la presenza in Italia di alcuni milioni di clandestini senza dimora o collocati in centri di accoglienza e in moltissimi alberghi.

Il giro economico è rilevante e sono incalcolabili gli alberghi italiani che hanno deciso di chiudere ai turisti per accogliere solo clandestini, considerando che resteranno in Italia chissà per quanti anni ancora. Anche gli alberghi che ospitavano i partecipanti al concorso “miss Italia” hanno scelto di accogliere gli irregolari, chiudendo le porte agli italiani.

Chi ha guidato e guida questa bestiale deviazione dalla naturale mentalità di uomini e donne? Sono personaggi oscuri, senza volto e per questo sono poteri oscuri. Negli ultimi anni si sono conosciuti alcuni nomi, fra loro ci sono anche italiani noti che partecipano appunto alle riunioni segrete del Bilderberg.

Per conoscere meglio il ruolo satanico di questo gruppo e le finalità che si prefigge, ascoltate questa straordinaria testimonianza del giudice Ferdinando Imposimato https://youtu.be/JphST7cu_PM

Anche se il riferimento principale è la morte di due giudici ineguagliabili, inarrivabili, eccezionali come Falcone e Borsellino, spiega chi è che agisce nell’oscurità. Appunto, il famigerato gruppo Bilderberg. È un governo mondiale che agisce nell’ombra e vuole gestire l’andamento e la successione democratica soprattutto nelle Nazioni occidentali. L’Italia è quella meno protetta e utilizzata per gli esperimenti.

Preciso che non mi occupo di politica, non scrivo per esprimere il mio parere sulla politica, anche se un Sacerdote deve spiegare la “Dottrina sociale della Chiesa”, scrivo per difendere la Chiesa e l’Italia non per difendere una mia collocazione politica. Io difendo solo il Vangelo di Cristo e apprezzo solo coloro che favoriscono la Santa Chiesa, di qualsiasi credo politico.

Non ho mai seguito nomi ma il programma politico se favorevole alla Chiesa di Dio o meno.

Scrivo per difendere la Legge di Dio, la morale cattolica, i valori cristiani, e da anni ho compreso nella preghiera l’attacco subdolo contro la Santa Chiesa. Ho scritto nel 2011 molto nel mio libro riguardo “La corruzione nella Chiesa”http://www.gesuemaria.it/files/libro%206-ottobre-2011.pdf

Dopo la pubblicazione gli attacchi subdoli, oscuri e interni che ho subito sono stati incalcolabili. Questo spiega che non ho mai pensato ai vantaggi e benefici da chi aveva il potere, ma a difendere Gesù Cristo e il suo Vangelo, la Madonna e la Santa Chiesa.

La mia denuncia su questi e altri comportamenti immorali scaturisce esclusivamente da una forte volontà di difesa del Cristianesimo puro. Non voglio intromettermi sulla gestione politica in sé ma sono ovviamente chiamato a spiegare agli altri le scelte morali o immorali anche di un governo.

Non mi interessa chi governa ma se agisce per il bene degli italiani, per il bene comune.

Questo sfugge al cristiano che segue la politica in modo ideologico e non si preoccupa della Chiesa né delle leggi immorali che si approvano. Questa indifferenza che manifesta la mancanza di una morale nel cristiano, è il sintomo della mancata conversione e di un amore inesistente verso la Chiesa di Cristo, quindi di Gesù stesso.

Non mi interessa il nome del politico e il Partito di chi governa in Italia, sono interessato solamente al rispetto della Legge morale, della Chiesa di Dio, del bene sociale dei cittadini. Solo questo mi spinge a evidenziare le mascalzonate di personaggi oscuri dei gruppi di potere che hanno corrotto la mentalità di molti italiani con inganni più o meno noti.

L’intromissione della teoria “gender” nelle scuole italiane ormai è cosa fatta, ma moltissimi genitori non hanno compreso la terribile pericolosità di questa iniziativa che attacca direttamente Dio e indirettamente il futuro dell’Italia, e che influirà inevitabilmente sul futuro dei loro bambini.

In questo governo è presente un ministro che non ha neanche il diploma di scuola superiore, ma deve portare avanti la teoria “gender”.

Questo è un estratto da un articolo del 15 dicembre 2016 pubblicato dall’Huffington Post, un quotidiano di sinistra.

«Nuova bufera sulla neo ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli. Dopo le polemiche scatenate per le false informazioni riportate sul suo curriculum, nel quale si dava conto di una laurea in Scienze Sociali mai conseguita, ora l’attenzione si concentra sul suo trascorso scolastico.

Anche questa volta a sollevare per primo il caso è il direttore de “La Croce Quotidiano” Mario Adinolfi: “La Fedeli non ha fatto mai manco la maturità, ma solo i tre anni per fare la maestra. Poi diplomino da assistente sociale, privato. Questo è il nuovo ministro della Pubblica Istruzione che si dichiarava ‘laureata in Scienze Sociali’. Spero che studenti e docenti a ogni incontro la sotterrino di pernacchie”.

Lo staff del ministro, contattato dall’Huffpost, ha confermato: “Lo avevamo già spiegato nei giorni scorsi, lei ha fatto una scuola per conseguire il diploma di maestra nelle scuole materne che dura tre anni” e poi l’oramai famosa scuola per assistenti sociali. “Niente di nuovo, Adinolfi esprime legittimamente la sua opinione su quali titoli debba avere o non avere” un ministro dell’Istruzione.

Differentemente dal “diploma di laurea” inserito per “leggerezza” -come lei stessa si è giustificata in un colloquio con il Corriere della Sera- il diploma di maturità non è menzionato nel suo curriculum vitae.

Tuttavia il fatto che il ministro dell’Istruzione non abbia conseguito il diploma di maturità, pur non essendo un requisito necessario per legge per ricoprire quel ruolo, alimenta nuove polemiche. Non a caso: il settore della scuola ha subìto negli anni diverse modifiche nella normativa per l’accesso all’insegnamento, causando non pochi disagi agli aspiranti docenti».

È impossibile per un vero cattolico non indignarsi sapendo che il ministro in questione da anni lotta a favore della teoria “gender” e sostiene apertamente e in ogni occasione propizia le immorali scelte di “lgbt” (lesbiche, gay, bisessuali e transgender).

Le parole del deputato, “sostegno alle mamme per continuare la razza italiana”, sono corrette e devono vergognarsi quanti vogliono l’occupazione in Italia dei musulmani, di milioni di africani per creare una nuova società mulatta. È il piano massonico chiamato “Kalergi”.

Sempre il deputato ha spiegato successivamente per calmare gli infuocati colleghi che trovano la pace se in Italia entrano decine di milioni di clandestini. “Siamo un Paese che rischia tra qualche decennio l’estinzione”. Parole corrette ma un comunista immediatamente ha replicato contro lei ed è il segretario di “Sinistra Italiana”“Il caldo evidentemente fa proprio male”.

Questo politico dovrebbe difendere i poveri e la classe operaia, invece è euforico se entrano in Italia milioni di clandestini!

I genitori cattolici dovrebbero riflettere innanzitutto sulla ragione misteriosa che ha determinato la presenza della Fedeli nel Ministero dell’Istituzione, quello che si occupa della formazione umana/scolastica di tutti i giovani a cominciare dai bambini.

Non è tanto lo scandalo del mancato diploma di maturità o della falsità della laurea in Scienze Sociali, sconcerta sapere che è stata messa lì perché è sostenitrice di teorie pienamente opposte alla morale cattolica.

I vostri bambini e i giovani che ancora studiano vengono istruiti con finalità contrarie alla verità, alla logica dell’esistenza dell’uomo e della donna, all’insegnamento virtuoso che si attende da tutte le scuole. Ma l’Italia è la Nazione del silenzio/assenso, anche della riforma della scuola oggi considerata sbagliata da chi l’ha voluta.

La festa di oggi ci indica nei Santi Gioacchino e Anna i modelli che devono ispirare i genitori cattolici. Hanno meritato di mettere al mondo una Creatura che è diventata Madre di Dio, proprio perché Immacolata fin dal concepimento. Questi umili genitori non avrebbero mai immaginato l’Onnipotenza per Grazia che avrebbe raggiunto la loro Figlia.

A Bruno Cornacchiola, la Madonna apparsa a lui il 12 aprile 1947 nella Grotta alle Tre Fontane a Roma, disse: “Io sono Colei che sono nella Trinità Divina. Sono la Regina della Rivelazione”. Le stesse parole la Madonna le ha ripetute a Maria Valtorta il 9 novembre 1947.

I Santi Gioacchino e Anna possono intercedere per tutti i genitori, anche per quelli che nella vita hanno scandalizzato i loro figli con comportamenti licenziosi o scelte dannose per tutti loro e comunque ricercate.

I figli vogliono vedere dai loro genitori esempi edificanti e non un agire disordinato, incoerente, indisciplinato, incorreggibile.

I genitori sono responsabili sia dell’educazione religiosa dei figli sia della loro crescita umana. Una vita equilibrata e sincera da parte dei genitori, senza falsità e omissioni, rende i loro figli felici ed essi crescono con grande serenità, forza d’animo, coerenza, religiosità.

 

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *