+ VANGELO (Mt 18,1-5.10)

bg_vangelo

Mercoledì 2 ottobre 2019

XXVI Settimana del Tempo Ordinario

Santi Angeli Custodi

+ VANGELO (Mt 18,1-5.10)

I loro Angeli nei Cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei Cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel Regno dei Cieli?». Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità Io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli. Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel Regno dei Cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio Nome, accoglie Me. Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché Io vi dico che i loro Angeli nei Cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei Cieli». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Dio crea uomini e donne per un disegno di amore, non li abbandona al loro destino altrimenti non si sarebbe incarnato e questa è la prova iniziale della sua sollecitudine verso ognuno di noi. Il culmine di questa manifestazione è avvenuta sul Calvario, dove Gesù si è offerto alla morte di Croce per redimere l’umanità.

Poi è Risorto ed è asceso da dove era disceso, ma è anche rimasto in mezzo a noi nell’Eucaristia, per donarci abbondanti Grazie, per indicarci la Via della salvezza, per trasmetterci i suoi meravigliosi insegnamenti.

Lui ha pensato proprio a tutto per la nostra vita, si prende sempre cura di ogni cosa che ci riguarda, attende però le nostre richieste di aiuto.

L’amabile premura di Gesù verso ognuno di noi è senza limiti proprio per la sua infinita bontà. È morto per noi e darci la vita, inoltre invia la Madre Santissima soprattutto negli ultimi secoli a richiamare i peccatori e allontanarli dal precipizio dove camminano. È suprema la tenerezza del Signore verso tutti noi.

L’Amore di Dio e la sua Onniscienza inoltre considerano indispensabile affiancare ad ogni uomo e ogni donna un Custode invisibile e potente, ed è un Angelo. Egli agisce con il solo proposito di proteggere e aiutare, rimane sempre vicino fin dal concepimento di una nuova creatura umana.

In passato si festeggiavano lo stesso giorno gli Angeli Custodi e San Michele Arcangelo, poi le feste vennero separate per focalizzare meglio i Loro compiti. Hanno la stessa spiritualità e semplicità, sono immortali e immutabili, sono privi di quantità.

Per fare un esempio, in una piccola stanza potrebbero trovarsi miliardi di Angeli, questo perché ogni Angelo non può essere localmente presente nello spazio, ma si può rendere visibile in un luogo per esplicare il suo operato e aiutare in qualsiasi circostanza la persona che assiste.

La capacità dell’Angelo Custode è smisurata, può apparire sotto qualsiasi sembianza per proteggere o per allontanare un pericolo incombente dalla persona che difende. In ogni parte del mondo ogni giorno avvengono innumerevoli episodi e miracoli che vedono protagonisti gli Angeli Custodi.

La Loro premura si basa essenzialmente sull’ispirazione o suggerimento che viene dato alle persone che custodiscono, ma non sempre i Loro consigli sono percepiti. Dipende dalla purezza dell’anima della persona e dalla volontà degli Angeli.

Lo strato di tenebre presente nell’intelletto, impedisce di sentire le ispirazioni degli Angeli e si persegue sempre la volontà umana.

Chi può capire la bontà o meno di una scelta importante?

Saranno le conseguenze a dirlo, ma perché un cristiano deve continuare a sbagliare se ha la grande possibilità di ascoltare i consigli dello Spirito Santo? È vero che non è facile riuscire a individuare la provenienza di un pensiero, di solito si esegue senza preoccuparsi delle conseguenze.

Si intende un pensiero che in effetti non presenta possibilità chiare di pericoli o di perdite, quindi si compie una scelta solo perché si è pensata. E se fosse un’ispirazione dei diavoli? La caratteristica dei diavoli è di presentarsi sotto mentite spoglie, sempre con soave delicatezza, depongono un pensiero che alla persona sembra un proprio desiderio, senza capire la provenienza né la finalità.

L’ispirazione che collocano nella mente di qualsiasi persona appare sempre con un fine buono, mentre vuole far precipitare, condurre a compiere azioni sbagliate. È evidente che l’ispirazione chiaramente peccaminosa manifesta la tentazione dei diavoli e chi prega, riesce a resistere e a vincerla.

Non dovete vigilare solamente sui pensieri che arrivano alla mente, dovete anche considerare dove conducono. Se sono pensieri che riguardano aspetti della persona come l’alimentazione e le cure mediche, si riesce a decifrarli e a seguire quelli buoni, ma se sono pensieri che inducono a giudicare negativamente tutti gli altri, a compiere scelte e opere prive di amore o alla divisione, è evidente che sono opera dei diavoli.

Gli Angeli Custodi vigilano su noi e ci proteggono ma ci lasciano liberi delle scelte. La mente che pensa più che altro ad aspetti negativi della vita, è chiusa alle ispirazioni degli Angeli, non riesce a ricevere la Luce di Dio che portano questi potentissimi protettori.

È prudente non agire subito dopo un pensiero dubbio, ed è saggio pregare molto prima di prendere decisioni importanti.

Oltre la preghiera all’Angelo bisogna chiedere consigli, anche i Santi chiedevano consigli al Padre spirituale riguardo le Loro cose.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *