VENAFRO PRESENTATO “C’ERO ANCH’IO”, L’ULTIMO LIBRO DI IANNACONE

Amerigo-Iannacone-2015-620x350

 

 

 

 

È stato presentato a Venafro, nella sala convegni della Biblioteca Comunale, il nuovo libro dello scrittore venafrano Amerigo Iannacone, “C’ero anch’io – Un’autobiografia o quasi” (Edizioni Eva, Venafro 2017, pp. 200, € 15,00, ISBN 978-88-97930-94-5).. . Un libro particolare che ripercorre un po’ la vita e l’attività letteraria dello scrittore, con una scrittura narrativa e con esempi tratti da numerosi libri, una cinquantina, pubblicati dall’Autore.

Nel corso di un paio d’ore, hanno parlato del libro sviscerandolo e esaminandolo da varie angolazioni scrittori e intellettuali di talento: Vincenzina Scarabeo (Dirigente Scolastica), Aldo Cervo (Scrittore, Prefatore del libro), Giuseppe Napolitano (Poeta, Critico letterario), Antonio Vanni (Poeta). Chiara Franchitti (Dottoressa in Lettere Classiche).

Ha concluso l’Autore, visibilmente commosso, che ha ringraziato il folto pubblico, formato in buona parte da poeti e scrittori, molti venuti anche da fuori regione (San Pietro Infine, Atina, Esperia, Formia, Roccamonfina, Castrocielo, Caiazzo, Tora e Piccilli, ecc.).

«Amerigo Iannacone – ha detto tra l’altro Vincenzina Scarabeo Di Lullo – dando alle stampe “C’ero anch’io – quasi una autobiografia” attraversa il territorio della sua memoria, memoria ora ampia e ricca di testimonianze e tutto ciò che nella memoria ha serbato lo dona a sé stesso e dona al lettore. Amerigo offre la sua storia umana e artistica a sé stesso senza inutili nostalgie, senza la retorica della vanagloria, intrecciando la narrazione dei fatti personali alla rievocazione di atmosfere culturali e sociali dell’epoca che è stata sua e nostra, senza trascurare l’apporto emotivo delle relazioni amicali e sodali. A noi lettori ha donato pagine evocative di esperienze che hanno tracciato la trama e l’ordito di una esistenza dedita alle letteratura, poesia-prosa-glottologia-traduzioni, ma anche all’attività editoriale. Si tratta dunque di un dono offerto con realistica concretezza attraverso un bonario revival del tutto privo di nostalgia o di pianto o di rimpianto, sempre sostenuto da schietta e onesta sincerità. Dopo le sillogi poetiche, le raccolte di racconti e di storia locale, la fondazione della Casa Editrice Eva, la cura profusa per 32 anni nella pubblicazione del mensile “Il Foglio volante”, i testi in e per l’esperanto, Amerigo Iannacone ha avvertito il bisogno di fare “il tagliando” ed ha scelto il genere letterario della autobiografia, anzi di una quasi autobiografia. Ecco “C’ero anch’io – un’autobiografia o quasi” per le Ed. Eva 2017.

E Chiara Franchitti, a conclusione del suo intervento, ha proposto, armata di chitarra, una canzone scritta e pubblicata da Amerigo Iannacone un po’ di anni fa e che si può ascoltare anche su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=fUlCjbM77WQ).

Amerigo Iannacone è nato e vive a Venafro. Ha al suo attivo la pubblicazione di più di una cinquantina di libri, tra narrativa, poesia, saggistica, traduzione e altro. Tra i libri di narrativa, notevoli: “Microracconti” (1991), “A zonzo nel tempo che fu” (2002), “Cronache reali e surreali” (2008), “Dall’otto settembre al sedici luglio” (2007), “Il Paese a rovescio e altre fiabe” (2008), “Matrioska e altri racconti” (2011).

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *