CANCELLO ED ARNONE FRANCESCO DI PASQUALE :RIFORMA COMUNI

Comune Cancello ed Arnone 1

AL SIG. PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, ROMA.

P.C. AL MOVIMENTO POLITICO DI F.D.I.-A.N., ROMA.

Oggetto: petizione art. 50 Costituzione Italiana.

 

Il sottoscritto Di Pasquale Francesco presenta alla S.V. la seguente petizione.

RIFORMA COMUNE.

Con la presente, premesso già di avere presentato petizioni in merito ad alcuni aspetti dei Comuni; propone quanto segue.

A-ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE, CON SCHEDE SEPARATE E RUOLI DIVERSI. AL CONSIGLIO COMUNALE SPETTA IL COMPITO DI PROPORRE E CONTROLLARE.

B-CONTROLLO DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI DEL BILANCIO COMUNALE E DELLA PREFETTURA PER QUANTO ATTIENE ALTRI ASPETTI DI LEGALITA’-LEGITTIMITA’.

C-REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA DI STATO A CUI SI POTRANNO ISCRIVERE I CITTADINI E GLI AMMINISTRATORI- CORSO DI FORMAZIONE DEL SENSO DELLO STATO.

D-ABOLIZIONE DEL DIVIETO DEL TERZO MANDATO PER IL SINDACO, VISTO CHE POI NON VI E’ DIVIETO PER ALTRE SITUAZIONI POLITICHE; SEMMAI FARE IL DIVIETO DI CANDIDATURE NEL CORSO DEL MANDATO, OVVERO EVITARE CHE IL MANDATO DEGLI AMMINISTRATORI SIA CONDIZIONATO DALLA POLITICA O CHE SI FACCIA POLITICA, CHE NON E’ POLITICA O POLITICA DEL SENSO DELLO STATO E CONTRO LA BUONA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. EVITARE DI CANDIDARSI AL MOMENTO CHE SI E’ IN CARICA.

E- INSERIMENTO NELLO STATUTO-REGOLAMENTO COMUNALE DELL’ISTITUTO DELLE PETIZIONI DEI CITTADINI- DEL REFERENDUM PROPOSITIVO- ABROGATIVO DA PARTE DEI CITTADINI.

F-NELLA FORMAZIONE DELLE LISTE NON VI DEVE ESSERE NESSUNA DISCRIMINANTE TRA UOMINI E DONNE, TRA TUTTI I CITTADINI;  PER CUI TUTTI SONO CANDIDABILI- NEI MODI E NEI TERMINI DI LEGGE, E PERTANTO NON PUO’ ESSERE IMPOSTO NESSUNA PERCENTUALE A FAVORE DI UNA PARTE. ANZI BISOGNA TOGLIERE, COME DICE LA COSTITUZIONE ITALIANA, LE CAUSE CHE IMPEDISCONO AD OGNI PERSONA DI POTERE AVERE IL PROPRIO RISPETTO E L’UGUAGLIANZA.

G-POCHI MESI PRIMA DELLE ELEZIONI CONTROLLO DA PARTE DELLE ISTITUZIONI PER EVITARE CHE CI SI POSSA AVVANTAGGIARE ILLEGALMENTE DEL RUOLO ISTITUZIONALE. RITORNARE COME UNA VOLTA ALLA NORMALE GESTIONE AMMINISTRATIVA NEGLI ULTIMI 4 MESI, OVVERO AMMINISTRAZIONE SOTTO CONTROLLO.

H-AFFRONTARE IL TEMA DEI DISASTRI ECONOMICI PROVOCATI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, QUINDI ANCHE LE RESPONSABILITA’ E LE CANDIDATURE.

I-AFFRONTARE IL TEMA DELLA DECADENZA DEI CONSIGLIERI COMUNALI IN TUTTI I VARI ASPETTI.

Con osservanza.

Cancello ed Arnone 22 novembre 2017.

Di Pasquale Francesco.

Mattia Branco

Ho diretto,ho collaborato e collaboro con periodici locali e riviste professionali. Attualmente conduco uno spazio televisivo nel programma "Anja Show".

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *